Vaccini Informa

Sanità: paziente sommersa dalle formiche al San Giovanni Bosco di Napoli

Sanità: paziente sommersa dalle formiche al San Giovanni Bosco di Napoli

Sanità: paziente sommersa dalle formiche al San Giovanni Bosco di Napoli
novembre 14
07:49 2018

SOMMERSA DA FORMICHE, CODACONS: VERGOGNA. PRESENTIAMO ESPOSTO IN PROCURA

RESPONSABILI VANNO LICENZIATI IN TRONCO. INDAGARE ANCHE VERTICI DELLA SANITA’ CAMPANA

CODACONS OFFRE ASSISTENZA LEGALE A FAMIGLIA DONNA PER CAUSA MILIONARIA AL NOSOCOMIO

formiche

 Comunicato Codacons

 

OMISSIONE DI ATTI D’UFFICIO E VIOLAZIONE DELLE NORME SANITARIE

Sulla vicenda della donna sommersa da formiche nell’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli, il Codacons presenta un esposto alla Procura della Repubblica di Napoli chiedendo di indagare tutti i responsabili per omissione di atti d’ufficio e violazione delle norme sanitarie-
“Si tratta di un episodio scandaloso, una vergogna che si ripete dopo il caso dell’ospedale San Paolo del giugno 2017 – spiega il Codacons – E’ indispensabile che la Procura accerti alla radice le responsabilità di quanto accaduto, verificando in primis il ruolo delle istituzioni – dalla Asl alla Regione Campania – della struttura ospedaliera, dei medici operanti al suo interno e di tutto il personale, e se sussistano eventuali omissioni, specie sul fronte della prevenzione, che abbiano concorso a determinare tale episodio che potrebbe realizzare fattispecie penalmente rilevanti”.
Nello specifico chiediamo alla Procura della Repubblica di Napoli di aprire una indagine alla luce dei possibili reati di cui all’art. 328 c.p. reato di rifiuto di atti d’ufficio, omissione, reati di omesso controllo e vigilanza, e reati contro la salute in violazione dell’art. 32 della Costituzione, inosservanze delle norme in materia di sicurezza, e di voler esperire nei confronti di chi sarà ritenuto responsabile l’azione penale – conclude il Codacons.

 

Non basta la sospensione di medici e infermieri: i responsabili del vergognoso episodio accaduto al San Giovanni Bosco di Napoli vanno licenziati in tronco.
“E’ evidente che la sola sospensione dal servizio non basta – afferma il presidente Codacons, Carlo Rienzi – Tutti coloro per negligenza od omissioni hanno contribuito a lasciare una paziente ricoperta di formiche vanno licenziati con effetto immediato, mentre la Procura, cui domani invieremo il nostro esposto penale, deve aprire una inchiesta indagando anche i vertici della sanità campana e accertare le responsabilità di Asl e Regione”.
Il Codacons infine offre assistenza legale alla famiglia della donna protagonista della vicenda, ai fini di una causa risarcitoria milionaria nei confronti dell’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli e dei soggetti che saranno ritenuti responsabili.

Share

Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.

Autore

Vacciniinforma

Vacciniinforma

Potrebbero interessarti