Vaccini Informa

Rilevata la presenza del batterio della Difterite in otto bambini definiti “portatori asintomatici”

Rilevata la presenza del batterio della Difterite in otto bambini definiti “portatori asintomatici”

giugno 09
01:34 2015
Primo caso di Difterite dopo quasi trent’anni?
QUANTO E’ VERA QUESTA OSSERVAZIONE?

Diverse le domande in merito ad un quadro poco chiaro della situazione.

Non è stato riconosciuto alcun vettore fino ad ora. Sulla scia del primo caso di un bambino di sei anni della città catalana di Olot, ora, otto i bambini  risultati positivi al tampone faringeo.

Otto i bambini che hanno ricevuto una profilassi vaccinale e definiti “portatori asintomatici”

news

L’agenzia  di Sanità Pubblica della Catalogna ha rilevato e comunicato  la presenza del batterio della difterite in almeno otto di bambini. Otto bambini,vaccinati e definiti “portatori asintomatici”.

Prima di passare alla seguente spiegazione postiamo di seguito delle fonti a cui è possibile accedere alla lettura di diversi casi di difterite.

Ricolleghiamoci alla domanda :

“Primo caso di Difterite,quanto è vera questa osservazione? Si parla della scomparsa di questa malattia nel mondo,ma quanto è vero?”

Seroprevalence of antibody against diphtheria among the population in Khon Kaen province, Thailand.

  • Difterite in Laos: Copertura insufficiente o inefficace il vaccino?

Durante la fine del 2012 e l’inizio del 2013 di vari focolai di diphthe-ria sono stati notificati nel nord della Repubblica democratica popolare del Laos. Lo scopo di questo studio è stato quello di determinare se il riemergere di questa malattia prevenibili da vaccino era dovuto a copertura vaccinale insufficiente o riduzione di efficacia del vaccino nelle regioni colpite..

Chi è il “portatore asintomatico”?

  • Quel soggetto che ospita e trasmette microrganismi patogeni  ( termine che indica tutti gli organismi invisibili senza l’uso di un microscopio) senza manifestare alcun segno della malattia da lui trasmessa. Questa terminologia vale sia per i portatori di batteri sia dei virus.

Questi otto bambini “ospitano” il bacillo che causa la difterite e, nonostante la vaccinazione eseguita,gli stessi soggetti sono in grado di trasmetterla ed infettare altri soggetti.

Il ministro della Salute, Boi Ruiz ha confermato questa mattina che i bambini stanno ricevendo una terapia antibiotica appropriata per evitare la diffusione della malattia.

Il Ministero della salute spagnola non ha ancora elementi sufficienti per comprendere ed identificare il vettore.

Che sia uno di questi otto bambini? Chi ha infettato il bimbo di sei anni della città catalana di Olot?

Si è urlato allo scandalo ed alla pandemia omettendo  elementi chiave e rigorosamente clinici; dati sufficienti per comprendere sono la situazione pregressa di ogni paziente.

È di pochi giorni fa la notizia del primo caso di difterite in un bimbo di sei anni. La difterite è una malattia quasi scomparsa nei Paesi moderni. Si tratta di una malattia causata da un batterio, il Corynebacterium diphtheriae che può colonizzare diversi organi umani ma tende a concentrarsi sulla laringe. Questo batterio produce una sostanza tossica che localmente ed a distanza causa gravi danni.

La domanda sorge spontanea: “Quando possiamo considerare una malattia debellata”? La Difterite in Spagna ed il primo caso dopo 30 anni.

  • La Difterite non è scomparsa in quanto per sua stessa natura non potrà mai essere debellata ma è semplicemente in stato “latente” in quanto le attuali condizioni igienico-sanitarie ed alimentari non le consentono di divenire “aggressiva”.

Gravissime forme virali come la peste e la “spagnola” sono state debellate senza l’ausilio di vaccini.

Ricordiamo che diverse sono le affermazioni dei Professionisti in merito:

“I soggetti che superano la malattia in modo spontaneo acquisiscono una immunità duratura, ma pare non sia permanente. Infatti, non è eccezionale un secondo attacco di difterite in coloro che producono una scarsa quantità di anticorpi”.

Questo vuol dire ancora una volta che prima di fomentare la disinformazione bisognerebbe aspettare i risultati di test, dati e in primis, tener conto della situazione pregressa del paziente.

Tornando al primo caso, il bambino di sei anni, questi è ricoverato all’Unità di terapia intensiva dell’Ospedale Vall d’Hebron di Barcellona; Ruiz ha confermato che il soggetto è stabile ma dovrà continuare la cura,i danni sono ancora sconosciuti.

Le fonti sono ancora poco chiare.

Si è parlato di danni ad organi come reni,polmoni e cuore. Il bambino è tenuto sotto attento monitoraggio,e la conferma ci viene data dal ministro della Salute, Alfonso Alonso, che ha visitato questo pomeriggio il bambino in ospedale.

I tecnici dell’agenzia di sanità pubblica hanno ricevuto questo fine settimana i risultati del tampone faringeo (campionamento in gola per rilevare i batteri) effettuato su 56 compagni a stretto contatto con il bambino di sei anni; otto sono risultati positivi.

ASPCAT ignora inoltre come il bacillo sia stato acquisito da questi otto soggetti.

Il Dipartimento della sanità ha riferito che le famiglie degli otto casi,sono state sottoposte a terapia antibiotica,fornendo loro benzatina e  penicillina per eliminare bacilli (che possono rimanere nel corpo fino a sei mesi). E ‘stato anche consigliato loro di rimanere a casa per evitare il contatto con altre persone.

Il ministro Boi Ruiz ha avanzato la proposta di accorrere ad una adeguata profilassi vaccinale dei bambini. La raccomandazione riguarda solo i campi nella regione di La Garrotxa.

Non ci stupisce che anche il  capo della sanità pubblica catalana Antoni Mateu si sia espresso duramente in merito,ma ricordiamo che la coercizione non è ammessa.

Il ministro ha insistito sul fatto che sarà solo una “raccomandazione”, perché il Dipartimento non ha l’autorità per costringere a farlo e ha spiegato che la sanità pubblica ha fatto questo passo solo per la pubblica sicurezza.

 

Il Dipartimento della Salute si è riunito per affrontare la gestione ed il controllo del protocollo nella regione di La Garrotxa, dove il primo caso è stato infettato.

E’ stimato che, il 3% dei bambini della regione non sono vaccinati, ma ricordiamo che il tasso di vaccinazione in Spagna copre dal 93 al 95 % .

Il ministro ha lanciato un appello alla ” responsabilità “di quelli” che manipolano le prove scientifiche contribuendo alla cattiva informazione.

Il Mediatore, Rafael Ribó, difensore del popolo catalano, ha anche aperto un’inchiesta ufficiale per studiare le misure intraprese per identificare la fonte dell’infezione.

L’Oms  darà ausilio al Ministero della Salute spagnolo sul coordinamento delle adeguate misure di controllo, come il rinforzo della profilassi vaccinale.

Sperando che sul caso venga fatta la chiarezza dovuta.

 

ALLEGATI

 

DIFTERITE

  • Malattia e relativo vaccino
  • Causa e Trasmissione
  • Sintomi
  • Diagnosi e trattamento
  • Andamento e Dati Ufficiali
  • Link correlati e relative Info
  • Allegati

 

Da questo link è possibile verificare l’andamento della malattia

 

IN MERITO AL “PRIMO CASO DOPO 30 ANNI AVREMMO DELLE FONTI DA POSTARE,BUONA LETTURA”

Martedì 29 aprile 2014

MONTGOMERY COUNTY PUBLIC HEALTH

Confermato primo caso di difterite  in più di dieci anni;

Una ragazza di Miami colpita da difterite. Il primo caso dopo almeno un decennio

EMERGENCE AND MOLECULAR CHARACTERISATION OF NON-TOXIGENIC TOX GENE-BEARING CORYNEBACTERIUM DIPHTHERIAE BIOVAR MITIS IN THE UNITED KINGDOM, 2003–2012

05 June 2014

A nostro parere esiste qualcuno che con i dati ci sta davvero giocando.

Aspetteremo info in merito a questa vicenda che vedono coinvolti nove bambini,sperando nel buonsenso da parte di tutti.

Ricordiamo che diversi sono gli studi in merito al contagio delle malattie nonostante una completa vaccinazione. Diversi gli studi in cui vengono comparati i vaccinati dai non vaccinati.

Se pensiamo  che per la difterite il valore di herd immunity threesold sia dell’ 85%,i conti non tornano assolutamente.

PROBLEMS CONCERNING THE PROPHYLAXIS,
PATHOGENESIS AND THERAPY OF DIPHTHERIA
Bull World Health Organ. 1957; 16(5): 939–973.
PMCID: PMC2538256

ARTICOLI CORRELATI

Effects of diphtheria-tetanus-pertussis or tetanus vaccination on allergies and allergy-related respiratory symptoms among children and adolescents in the United States.

Biofilm production by multiresistant Corynebacterium striatum associated with nosocomial outbreak.

Interessante studio che riflette quanto le realtà socio economiche di un paese siano ruolo fondamentale per la salute.

OBIETTIVI:

Valutare il grado di disuguaglianza socio-economica correlate alle vaccinazioni infantili  in Ghana

Socio-economic determinants and inequities in coverage and timeliness of early childhood immunisation in rural Ghana.

Fibrinogen binds to nontoxigenic and toxigenic Corynebacterium diphtheriae strains.

Genome informatics and vaccine targets in Corynebacterium urealyticum using two whole genomes, comparative genomics, and reverse vaccinology.

Possible human-to-human transmission of toxigenic Corynebacterium ulcerans.

Share

Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.

Autore

Vacciniinforma

Vacciniinforma

Potrebbero interessarti

giugno: 2015
L M M G V S D
« mag   lug »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930