Vaccini Informa

Epatite B e Vaccinazioni: in Francia si scatena un’ondata di nuovi casi di MS

Epatite B e Vaccinazioni: in Francia si scatena un’ondata di nuovi casi di MS

novembre 29
14:25 2014

Nuovo studio: Vaccinazione contro l’Epatite B in Francia ha scatenato un’ondata di nuovi casi di MS.

Notevole sospetto per il legame tra la vaccinazione contro l’epatite B  e lo sviluppo della sclerosi multipla.

Aggiornamento fonti a fine articolo

Vaccino-ago-660

CORRELAZIONE FRA VACCINAZIONE PER EPATITE B E I CASI DI SCLEROSI MULTIPLA: il sospetto in Francia dilaga.

Questo nuovo studio ha esaminato i dati nazionali dettagliati in Francia circa la vaccinazione di massa degli adulti francesi a metà degli anni 1990.

Seguendo le raccomandazioni dell’Organizzazione mondiale della sanità, nel 1992 in massa hanno effettuato la vaccinazione contro l’epatite B ;  20 milioni di francesi sono stati vaccinati tra il1994 e il 1997.

Nel 1998, i media francesi pubblicato articoli su un improvviso aumento del numero di casi di SM in via di sviluppo in Francia, collegandoli a questo programma di vaccinazione di massa.

Ovviamente,i dati numerici di vaccinazione di conseguenza, sono rapidamente calati. Ora 20 anni dopo, Dominique Le Houezec ha stabilito un legame stretto tra queste vaccinazioni e un improvviso aumento del numero di casi di SM in via di sviluppo in Francia.
Dominique Le Houezec

Dott. Dominique Le Houezec

I dati mostrano chiaramente che fino al 1993, il numero di nuovi casi di SM in Francia sia rimasto  stabile a 2.500 ogni anno.

Gli anni successivi, ma soprattutto a partire dal 1996, il numero è aumentato drammaticamente a 4.500 l’anno, ed è rimasto stabile.

La spiegazione non è del tutto chiara, ma si potrebbe pensare che una delle proteine ​​contenute nel vaccino fosse molto simile ad una proteina in MIELINA.Qualunque sia il meccanismo, a causa di questo evento unico nella storia della vaccinazione, continuano ad esserci un gran numero di casi MS .

L’autore di questo documento in realtà si spinge fino a dichiarare questo accadimento come ‘esperimento di massa svolto su un terzo della popolazione francese’.

Tutti farebbero bene a prendere in considerazione queste informazioni per decidere se vaccinare realmente i familiari contro l’epatite B.

 

Aggiornamenti Luglio 2016

FRANCIA. RICONOSCIUTA CORRELAZIONE TRA VACCINAZIONE (epatiteB) e MIOFASCITE MACROFAGICA

La Giustizia ha riconosciuto il legame tra la vaccinazione contro l’epatite B e la suddetta malattia per un infermiere pediatrico ausiliario.

La malattia colpisce più frequentemente gli adulti, senza distinzione di sesso, ma non ne escono illesi bambini e adolescenti.

Ad oggi, in Francia, vengono diagnosticati un minimo di 15 casi di miofascite macrofagica al mese.

Purtroppo cominciano ad evidenziarsi delle vere e proprie patologie famigliari.

Lo stesso infermiere, ha combattuto anni e anni per il riconoscimento della sua malattia, risultato diretto di un vaccino contro l’epatite B, somministratogli ben 23 anni fa.

La Corte d’appello di Lione non poteva schierarsi contro la veridicità dei fatti.

In congedo per la malattia da sei anni, il denunciante, che esercitava a Echirolles Isère , non è mai stato risarcito , mentre nella sentenza del Tribunale  amministrativo Grenoble  (23 settembre 2014), la Corte d’appello di Lione aveva chiaramente ordinato che la vittima fosse risarcita.

“Un nesso causale riconosciuto”

Nella sentenza, la Corte ha rilevato i sintomi debilitanti della patologia in questione, i quali presi mai in considerazione da alcuno.

Il nesso di causalità è stato riconosciuto senza alcun problema e la malattia come la vaccinazione, è attribuibile al servizio del soggetto in questione.

Vaccinazione questa,coinvolta da anni nello sviluppo di alcune malattie neurologiche come la sclerosi multipla.

Hervé Gerbi, l’avvocato del denunciante ha ritenuto  corretta  la sentenza del Tribunale amministrativo di Lione, anche se “ha dimostrato, che la lotta dei danneggiati per il riconoscimento dei danni da vaccinazione sia una lotta dura contro un sistema non trasparente e non corretto”.

 

Ricordiamo che la  MIOFASCITE MACROFAGICA è una Sindrome autoimmune/infiammatoria indotta da granuloma persistente da alluminio.

La Miofascite Macrofagica è una malattia complessa caratterizzata dai seguenti sintomi principali:

  • stanchezza cronica invalidante, non migliorata dal riposo e con un andamento evolutivo per svariati mesi o per anni;
  • mialgie croniche, d’intensità variabile, spesso aggravate dallo sforzo e accompagnate da un’importante stanchezza muscolare (circa il 90% dei casi);
  • dolori articolari che interessano principalmente le grandi articolazioni periferiche hanno un’incidenza tra il 50% ed il 60% dei casi;
  • sindrome febbrile di modesta entità nel 30% dei casi;
  • stanchezza muscolare in seguito a sforzo;
  • disturbi del sonno (mioclonie notturne, sindrome delle gambe senza riposo) in circa la metà dei casi;
  • modificazioni dell’elettroencefalogramma

Parametri biologici della MFM:

  • profilo infiammatorio: incremento della concentrazione di IL6 e IL1RA circolanti (~40% dei casi);
  • aumento del CPK (~25% dei casi);
  • autoimmunità: anticorpi antinucleo (~30% dei casi) anticorpi antifosfolipidi (~20% dei casi).

Ma ricordiamo il caso antecedente al suddetto.

“Uno dei tanti casi che risale alla campagna di vaccinazione degli anni novanta”

Un caso che risale alla campagna di vaccinazione 1994

Queste malattie si sono manifestate in molti pazienti a seguito della della campagna di vaccinazione, condotta dal governo nel 1994 per vaccinare più di 20 milioni di francesi contro l’epatite B.

Una denuncia fu fatta a seguito della morte di un bambino nato nel 1985;  danneggiato gravemente da una malattia che aveva colpito il suo midollo osseo a meno da un anno dalla vaccinazione (1996).

L’indagine aperta nel 1998, aveva contribuito ad identificare molte persone (una sessantina),  tra cui nove morti.

“Una decisione scandalosa,” afferma uno degli avvocati

Dieci anni più tardi, tre ex dirigenti delle aziende farmaceutiche Sanofi-Aventis e GlaxoSmithKline erano stati incriminati per “truffa  aggravata”.

Una decisione vergognosa,nessuna farmacovigilanza,nessun controllo per gli operatori sanitari e i danneggiati,abbandonati a sè stessi.

 

 

 

CORRELATI

  1. http://m.20minutes.fr/lyon/1843063-20160510-hepatite-b-justice-fait-lien-entre-vaccination-maladie
  2. Un nuovo studio peer-review pubblicato congiuntamente dai ricercatori dei dipartimenti della Danimarca e Svezia è stato avviato sulla base delle descrizioni di malattie come la sclerosi multipla e altre malattie demielinizzanti del sistema nervoso centrale associate con la vaccinazione HPV Papilloma Virus. Gli autori hanno utilizzato i dati dello stato vaccinale nei Paesi di Danimarca e Svezia da ottobre 2006, fino a dicembre 2012 (http://sanevax.org/hpv-vaccine-multiple-sclerosis-diseases…/ )
  3. http://vaccineimpact.com/2014/new-study-hepatitis-b-vaccination-in-france-sparked-a-wave-of-new-cases-of-ms/#sthash.fyvnQ89B.dpuf
  4. Evoluzione della sclerosi multipla in Francia dall’inizio della vaccinazione epatite B .

Evolution of multiple sclerosis in France since the beginning of hepatitis B vaccination

SM FRANCIA

SM FRANCIA2

Fonte PubMed dicembre 2014

  1. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25395338

 

 

Share

Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.

Autore

Vacciniinforma

Vacciniinforma

Potrebbero interessarti

0 Commenti

Ancora nessun commento!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Scrivi un commento

Only registered users can comment.

novembre: 2014
L M M G V S D
« ott   dic »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930