Vaccini Informa

Vaccini: Codacons denuncia nota agenzia funebre, ma la Lg 210/92?

Vaccini: Codacons denuncia nota agenzia funebre, ma la Lg 210/92?

Vaccini: Codacons denuncia nota agenzia funebre, ma la Lg 210/92?
agosto 27
07:59 2018

VACCINI: CODACONS DENUNCIA AD ANTITRUST NOTA AGENZIA FUNEBRE

Comunicato Codacons

ALTRO CHE MARKETING: ORA ANCHE LE POMPE FUNEBRI SI SCHIERANO CON LE CASE FARMACEUTICHE, LA LORENZIN E IL PRESIDENTE DELL’ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ. SANNO CHE UNA LEGGE RIMBORSA I DANNI DA VACCINO?

(Ma cosa è accaduto? Questa agenzia, pare abbia già fatto altre simili  campagne pubblicitarie (di seguito l’ultima foto)

taffo2

Di seguito ecco un’altra campagna pubblicitaria fatta mesi fa, sempre dalla stessa agenzia.

Tre lapidi, accanto mazzetti di fiori. Su una è incisa la scritta “vaiolo debellata nel 1979”, su un’altra “poliomelite debellata nel 1982”, sulla terza “meningococco in progress”. In alto campeggia una frase: “Abbiamo seppellito molte malattie”. In basso un’esortazione: “VACCINATEVI, non siamo pronti a gestire un’epidemia”. E’ il post pubblicato sulla pagina Facebook della Taffo G & C Onoranze Funebri de L’Aquila. La foto è accompagnata da un appello: “Fate la scelta giusta! #Vaccino”).

taffo

TUTTO CIO’ E’ INACCETTABILE.

Il Codacons ha deciso di prendere posizione dopo l’ultima, macabra e faziosa campagna pubblicitaria avviata da una ormai molto nota agenzia di pompe funebri sul tema vaccinale e la invia all’Antitrust per le necessarie valutazioni.

L’azienda in questione ha dimostrato ripetutamente di saper sfruttare la cronaca del web, ovvero quegli argomenti e quelle tematiche che in rete trovano larga diffusione in un preciso momento. Non stupisce quindi il ricorso al tema dei vaccini, che è tra quelli che oggi scatenano il maggior numero di interazioni e commenti; a rendere inquietante e disgustosa questa pubblicità, però, è altro.

Il fatto grave, in questo caso, è che sfrutta falsità e tace vergognosamente il fatto che in Italia una legge – la n. 210/1992 titolata “Indennizzo a favore dei soggetti danneggiati da complicanze di tipo irreversibile a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazioni di emoderivati” – riconosce il diritto del paziente di vedersi corrispondere un indennizzo nel caso di danno permanente da vaccinazione.

Il Codacons denuncia la pubblicità all’Antitrust e replica per le rime sul web (vedi foto allegata).

Non si tratta solo di marketing, quindi: con questa scelta, anche l’azienda di pompe funebri ha abbracciato una causa – quella della vaccinazione acritica e inconsapevole, senza se e senza ma – che già riunisce le aziende del settore, l’ex ministra Lorenzin e il Presidente dell’ISS Ricciardi, oltre ad alcuni altri esponenti di spicco e realtà varie.

Share

Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.

Autore

Vacciniinforma

Vacciniinforma

Potrebbero interessarti