Vaccini Informa

Francia: lesioni permanenti attribuite al Gardasil

Francia: lesioni permanenti attribuite al Gardasil

giugno 13
11:46 2014

 

Francia: lesioni permanenti attribuite al Gardasil

Bordeaux: Il 18 settembre 2013, il giudice Patrick Mairé ha affermanto  che Gardasil è stata del 50% responsabile per il danno permanente di un adolescente francese che aveva ricevuto due iniezioni del vaccino HPV.

.Il restante 50% è stato attribuito ad una predisposizione genetica per i disturbi autoimmuni. Il Giudice Mairé presiede cause intentate con un ramo regionale del CRCI in Francia, che è l’equivalente della corte Vaccine Injury Compensation Program (VICP) negli Stati Uniti.

Gardasil ha cambiato la mia vita

I genitori di Marie-Océane, Jean-Jacques e Yveline Bourguignon, hanno concesso il permesso della pubblicazione della storia della loro figlia, nella speranza che possano contribuire a rendere le persone consapevoli dei rischi potenziali connessi con le vaccinazioni HPV.

Nel 2010, Marie-Océane Bourguignon, 15 anni, ha ricevuto due iniezioni di Gardasil ; la prima volta l’ 11 ottobre  e la seconda il 13 dicembre .

 Due settimane dopo la prima iniezione, ha avuto problemi sensoriali e motori agli arti superiori, della durata di circa due settimane .

Tre mesi dopo la seconda iniezione, il 13  marzo 2011, la ragazza è stato ricoverata al Centre Hospitalier de Dax per il peggioramento del suo stato di salute generale, disturbi cerebrali-vestibolare e compromissione sensoriale-motoria (atassia, vertigini). Il 15 marzo 2011, una risonanza magnetica del cervello ha rivelato lesioni nella materia bianca.

La diagnosi iniziale era sclerosi multipla o encefalomielite acuta disseminata (ADEM). Dopo diversi ricoveri successivi, è stato stabilito che Marie aveva sviluppato la sclerosi multipla, una malattia cronica, tipicamente progressiva che comporta danni alle guaine delle cellule nervose nel cervello e nel midollo spinale, i cui sintomi possono includere intorpidimento, perdita di parola e di coordinazione muscolare, visione offuscata, e grave affaticamento. Marie-Océane vivrà con questa condizione per il resto della sua vita.

Di conseguenza, i suoi genitori hanno presentato istanza di risarcimento a suo nome con CRCI, Regional Medical Injury Compensation Tribunale Arbitrale ed a Bordeaux il 28 gennaio 2012. La decisione è stata emessa il 18 settembre 2013.

La decisione emessa dal giudice ha dato ragione alla famiglia Bourguignon . Avrebbero potuto accettare il premio risarcimento da parte del programma di compensazione vaccino francese e continuato a vivere la loro vita.

Ma questa famiglia sapeva che non erano gli unici ad aver avuto questi gravi danni dovuti al vaccino HPV, Gardasil. Sapevano che la decisione CRCI non sarebbe stata ampiamente pubblicizzata in modo da mettere in guardia altre famiglie circa i rischi potenziali connessi con l’uso di vaccini HPV.

Questa famiglia però vuole giustizia per tutte le vittime di eventi avversi dopo Gardasil.

gardasil (1)

La sentenza emessa dalla Corte Vaccine Injury francese:

CRCI

Regional Medical PREGIUDIZIO

ARBITRATO E COMPENSAZIONE

TRIBUNALE 

AVVISO

articolo L.1142-8 del codice della sanità pubblica francese)

Causa :            Marie-Océane Bourguignon

Numero file :           12.033.C.000071

Aquitania REGIONE MEDICO LESIONI, IATROGENA malattia e NOSOCOMIALI INFEZIONE ARBITRATO E RISARCIMENTO GIUDICE, svoltasi a Bordeaux il 18 TH settembre 2013 e formato RAGGIUNGERE LA COMPOSIZIONE AMICHEVOLE

  • Considerando il codice di salute pubblica francese, articoli L. 1142-1 a L. 1142-1124, D. 1142-1 al 1142-3 D. e R. 1142-13 a R. 1142-18 in particolare; ha modificato la legge francese n. 2002-303 del 4 ° marzo 2002, in materia di diritti dei pazienti e la qualità del sistema sanitario;considerando anche l’Ordine francese del 4 ° marzo 2003 per quanto riguarda le prove documentali di essere inclusi in una richiesta di risarcimento presentata con un infortunio al medico regionale, malattia iatrogena e nosocomiale arbitrato infezione e la compensazione tribunale,
  • Considerando la richiesta di risarcimento presentata con la segreteria del Tribunale il 28 ° di gennaio 2012 è destinato ad essere completo il giorno stesso, dal signor Jean-Jacques Bourguignon e la signora Yveline Bourguignon, nata a Cazaux, in qualità di legali rappresentanti per la loro figlia Marie-Océane Bourguignon, nata il 10 ° di giugno 1995, una richiesta poi rinnovata il 26 ° di luglio 2013 a nome di Mme. Marie-Océane Bourguignon e vittime indirette, Mr. e Mrs. Bourguignon, che sono qui citato in giudizio:

– Dr. Fabienne Chatelet

– SNC Sanofi-Pasteur MSD, 8 rue Jonas Salk, 69007, Lione 07, assicurato da Marsh SA

  • Considerando i vari elementi di prova inclusi nel file,
  • Considerando che il dottor François Rouanet, neurologo, e il dottor Larbi Benali, medico legale, specializzato in risarcimento di  indennizzo da danni vaccinali, erano stati nominati dal presidente come co-esaminatori sul 31 ° maggio 2012,
  • Considerando il rapporto di visita medica presentata il 26 ° di giugno 2013,
  • Considerando la dichiarazione presentata dal procuratore Coubris per conto di Mr. e Mrs. Bourguignon,
  • Considerando la dichiarazione presentata dal procuratore Annie Berland a nome del Dr. Chatelet,
  • Considerando la dichiarazione presentata dal procuratore Cécile Derycke per conto di Sanofi-Pasteur,

Considerando il seguito che è stato presentato durante l’audizione;

Il caso relazione di presentazione dal giudice Patrick Mairé, giudice presidente, le relazioni di Drs. Rouanet e Benali, insieme alle osservazioni fatte dal procuratore Coubris rappresentano Mlle. Océane Bourguignon ei suoi genitori, il procuratore Annie Berland rappresenta il Dr. Chatelet e il procuratore Cécile Derycke rappresenta la Sanofi-Pasteur.

Il tribunale ha pronunciato il:

. 1  Le circostanze : 

Nel 2010, Marie-Océane Bourguignon, 15 anni, al momento, ha ricevuto due iniezioni di Gardasil ®, un vaccino usato per prevenire il cancro del collo dell’utero, il primo l’11 ° di ottobre e la seconda il 13 ° di dicembre dello stesso anno. I vaccini sono stati somministrati dal suo medico curante, il dottor Fabienne Chatelet.

Due settimane dopo la prima iniezione, ha sperimentato problemi sensoriali e motorie agli arti superiori, della durata di circa due settimane prima spontaneamente e gradualmente regredendo.

Tre mesi dopo la seconda iniezione, sui 13 ° del marzo 2011, Mlle. Bourguignon è stata ricoverata al Centre Hospitalier de Dax , il principale ospedale a Dax, in Francia, per il peggioramento del suo stato di salute generale, disturbi cerebro-vestibolari e compromissione sensoriale-motoria (atassia, vertigini).

E ‘stata trattata con steroidi.

Una risonanza magnetica del cervello è stata eseguita su 15 ° di marzo 2011 ,  ha rivelato lesioni nella materia bianca.

La diagnosi iniziale era che soffriva  di sclerosi multipla o encefalomielite acuta disseminata (ADEM).

Mlle. Bourguignon è stata poi ricoverata in ospedale più volte per gli stessi episodi cerebrali-vestibolari e infiammazioni progressive, fino alla sclerosi multipla.

Il giorno della visita medica, Mlle. Bourguignon non aveva recuperato la sua salute a causa della  della sua patologia.

Mlle. Bourguignon non presenta alcuna deficienza neurologica o disabilità funzionale, lei è in grado di camminare per più di 1 km, prende analgesici leggeri per il mal di testa e dolori addominali e  si lamenta delle difficoltà di concentrazione ,soffrendo di vertigini.

2.  Sulla Giurisdizione: 

Considerando che Mlle. Malattia di Bourguignon ha dei limiti fisici,che dureranno tutta la vita,poichè permanenti, è chiaro che la sua vita è cambiata per sempre,oltre ai problemi fisici,si aggiungono anche quelli finanziari, e questo giustifica la giurisdizione del tribunale.

3.  NEL MERITO: 

3.1. Responsabilità del Dr. Chatelet

E ‘chiaro dalle due relazioni, quella della visita medica e delle informazioni ,che prima di somministrare la seconda iniezione, il dottor Chatelet abbia eseguito un esame clinico completo di Mlle. Bourguignon e non ha osservato alcun disordine neurologico residuo dalla reazione che si è verificata subito dopo la prima iniezione. Avrebbe potuto legittimamente attribuire  questi disturbi sensoriali e motori a un’ epicondilite, tanto più che nel  foglietto illustrativo del vaccino non include alcuna menzione del tipo di reazione che la paziente aveva mostrato.

Non vi sono quindi motivi per sostenere che lei è responsabile per qualsiasi reazione tanto più che la ricorrente non rimprovera lei per qualsiasi cosa.

sanofi

3.2. Responsabilità di Sanofi-Pasteur

I due medici legali sono riusciti ad accordarsi sulla diagnosi del primo episodio infiammatorio in modo da presentare le loro relazioni separatamente.

Il  Dr. Rouanet sentiva che non era possibile specificare con certezza se il primo episodio poteva  essere attribuito ad un flare-up della sclerosi multipla o encefalomielite acuta disseminata (ADEM).

Il Dr. Benali invece,ha  ritenuto che il primo episodiofosse stato una sorta di ADEM pediatrico.

A parte il mancato accordo su questo punto, che non ha avuto effetti medici o legali sul caso, i due esaminatori , erano d’accordo sul fatto che questo primo episodio ha rappresentato l’inizio di una demielinizzante neurologica ,indotta dal vaccino.

Entrambi hanno concluso categoricamente che i disturbi neurologici presentati da Mlle Bourguignon erano stati innescati dallo scompenso immunitario di una condizione preliminare sconosciuta, uno scompenso secondario al processo di vaccinazione, che ha portato alla demielinizzazione acuta iniziale indotta dal vaccino, il substrato fisio-patologico prodromico per una sclerosi multipla secondaria, che è la diagnosi attualmente accettata.

I medici legali non erano in grado di stabilire un nesso causale diretto con Gardasil ®, affermando ” che non vi sono motivi scientifici per incriminare GARDASIL ® come l’unico fattore causale per le patologie infiammatorie demielinizzanti del sistema nervoso centrale. “

Essi hanno tuttavia ritenuto, che ” l’ infiammazione, demielinizzante indotta dal vaccino di cui la paziente soffre, presenta tutte le caratteristiche oggettive di imputabilità medica e legale.

Dopo aver studiato tutti gli elementi del file e suffragato le loro osservazioni con le informazioni dalla letteratura scientifica, hanno dichiarato che esiste un nesso causale tra la prima iniezione del vaccino e l’insorgenza di una reazione infiammatoria acuta nel sistema nervoso centrale, e che dopo la seconda iniezione, ha portato questo processo immunitario latente.

Sentivano che l’ imputabilità totale del danno osservato per la vaccinazione poteva essere valutato al 50%.

Non è stato il Tribunale a fare una dichiarazione generale sul fatto che il vaccino fosse difettoso; in quanto una discussione sui benefici per la salute pubblica e dei rischi del vaccino in questione non era all’ordine del giorno ma è stato comunque previsto ,lo stabilire (dato il difetto nelle dosi somministrate) i fatti ,le prove specifiche sia per quanto riguarda la situazione personale di Mlle Bourguignon e sia per  le circostanze specifiche (Corte d’Appello francese, 1 st civile, 10 Luglio 2013. Appeal # 12-21.314).

I  disturbi sensoriali e motorie di Mlle Bourguignon, sono emersi,​​due settimane dopo la prima iniezione . Più tardi, due mesi dopo la seconda iniezione, appare una sindrome cerebrale-vestibolare ed una condizione sensoriale-motorio .

Secondo gli esaminatori medici, dato il substrato del sistema nervoso centrale, la vaccinazione stimolando il sistema immunitario,abbia giocato un ruolo nell’ insorgenza di questa infiammazione disfunzionale.

Stimolando il sistema immunitario, dagli antigeni nei vaccini ,si innesca infatti  una patologia autoimmune.

Quello che emerge dalle due relazioni è quindi che ci sono prove gravi specifiche,basate  da fattori specifici per  Mlle Bourguignon.

Questo è sufficiente per stabilire il legame tra le due iniezioni di Gardasil che Mlle.Bourguignon aveva ricevuto e l’inizio della sua sclerosi multipla.

La paziente non era stata informata della possibilità di un tale rischio e non è stata quindi concessa la sicurezza che poteva legittimamente aspettarsi.

Il foglietto illustrativo del vaccino non menziona il rischio di infiammazione del sistema nervoso centrale, mentre questo rischio è stato scientificamente stabilito da esperti medici ed era noto al momento dell’autorizzazione del vaccino. Questo è un rischio insolito insito nell’atto vaccinazione stessa, che non risulta sempre nella sclerosi multipla, ma nel caso in questione, il rischio era reale, e a causa di una predisposizione, la sclerosi multipla è stata “attivata”.

Il produttore è quindi ritenuto responsabile di cui agli articoli 1386-1 e 1386-4 del codice civile francese.

La Compagnia di assicurazione di Sanofi Pasteur MSD deve pertanto risarcire  il danno causato.

4.  L’infortunio: 

Mlle. Bourguignon non ha recuperato la sua salute.

Anche il pregiudizio, con l’eccezione dei suoi due anni di assenza da scuola, è stato completamente e adeguatamente valutato dai medici legali.

SENTENZA :

Articolo 1: società di assicurazioni di Sanofi-Pasteur MSD, Marsh SA deve risarcire a Mlle. Bourguignon un’indennizzo pari al 50% dei suoi crediti come di seguito specificato:

Temporanea Totale disabilità funzionale: 73 giorni dal 13 ° marzo al 2 ° settembre 2011, date come specificato dai medici legali.

Temporanea disabilità funzionale parziale:

    • Categoria IV: 41 giorni dal 22 ° marzo al 1 ° aprile 2011, poi dal 9 ° aprile 2011 al 8 ° maggio 2011.
    • Categoria III: 10 giorni dal 27 ° Maggio al 5 ° Giugno 2011
    • Categoria II: 62 giorni dal 1 ° marzo al 18 ° agosto 2011, poi dal 3 ° settembre 2011 al 30 ° ottobre 2012, che era il giorno della visita medica.

Assistenza di un assistente non qualificato Third Party (sua madre):

    • 3 ore al giorno durante i periodi di categoria IV disabilità funzionale temporanea,
    • 2 ore al giorno durante i periodi di categoria III disabilità funzionale temporanea,
    • 1 ora al giorno durante i periodi di categoria II disabilità funzionale temporanea.

Invalidità funzionale permanente al tasso minimo del 5%

Assenza da scuola: perdita di due anni accademici

La sofferenza vissuta: valutato al tasso minimo del 4/7

Articolo 2:

Se Mlle. Marie-Océane Bourguignon non debba ricevere l’indennizzo, entro quattro mesi dal ricevimento del presente avviso, sarà sua responsabilità chiedere all’ OniamUfficio d’indemnisation des Incidenti nazionali médicaux , l’Autorità nazionale di compensazione Medical Lesioni francese) di stipulare un’offerta alternativa.

Articolo 3:

  Il presente avviso sarà inviato a tutte le parti interessate, per Oniam , agli avvocati e le compagnie di assicurazione interessate, mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento.

Una copia sarà inviata a Mlle. Team medico di Marie-Océane Bourguignon .

Presidente del tribunale

Patrick Mairé

http://sanevax.org/france-permanent-injury-attributed-gardasil/

 

Share

Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.

Autore

Vacciniinforma

Vacciniinforma

Potrebbero interessarti

1 Commento

Only registered users can comment.