Tutti gli articoli di E. Vacciniinforma

ragazze hpv

Alluminio? Un adiuvante che non dovrebbe trovarsi nei vaccini! La parola al PhD Chris Shaw

Ricordate le affermazioni sulla pericolosità dell’alluminio contenuto nei vaccini? Il PhD Chris Shaw, ci illustra nuovamente la tossicità di questo adiuvante attraverso il seguente video.

“Come ben sappiamo,l’alluminio è l’adiuvante comune a molti vaccini.

Per questo motivo,ho voluto comprendere il meccanismo del medesimo e la sua influenza sul sistema nervoso autonomo. E’ vero,noi, introduciamo l’alluminio attraverso il cibo,mangiandolo senza rendercene conto; ma c’è una grande differenza tra l’assorbire alluminio attraverso il cibo rispetto ad un’iniziezione; nel secondo caso,è destinato a restare li, nel corpo. E’ questo il compito di un adiuvante.

Così abbiamo semplicemente sperimentato il tutto, per poter verificare cosa accade realmente “.

Chris Shaw, PhD

 

CORRELATI

L’alluminio  interferisce con una varietà di processi cellulari e metabolici nel sistema nervoso e in altri tessuti.”

FONTE DI SEGUITO

AMERICAN ACADEMY OF PEDIATRICS

Tossicità dell’ alluminio nei neonati e bambini

“Il suddetto è pericoloso e nocivo quanto il thimerosal, collegato anch’esso a diversi disturbi come l’autismo, morbo di Parkinson, il morbo di Alzheimer e altre patologie”.

Precedentemente a queste poche righe,vi consigliamo la visione dell’intervista al PhD Chris Shaw, un neuroscienziato e professore presso l’Università della British Columbia, il quale spiega perché un adiuvante come l’alluminio non dovrebbe trovarsi nei vaccini.

http://www.vacciniinforma.it/?p=1960

 

LINEE GUIDA? PROGRAMMA VACCINALE? IL 13% DEI PEDIATRI SI DISSOCIA

http://www.vacciniinforma.it/?p=2391

 

VACCINI? MEDICI FRANCESI DUBBIOSI SULL’UTILITÀ, L’EFFICACIA E LA SICUREZZA.

http://www.vacciniinforma.it/?p=3834

 

Share
dittatura1

Troll e propaganda costantemente provax? Ci ha pensato la stessa CIA con centinaia di profili fake

Si,avete letto bene.

Agenti della CIA per trollare eventuali discussioni che sul web non dovrebbero trovarsi perchè “scomode”. Come sia possibile definire ancora democrazia tutto questo poi, sarebbe opportuno comprenderlo.

Purtroppo conosciamo bene la realtà. Qui,non esiste alcuna logica, ma solo un grande intento; quello di omettere la veridicità dei fatti, qualunque essi siano.

 

CIA-agents-trolling-alternative-media-632x350

Di Troll sul web ne vediamo moltissimi ,ma  ora sappiamo chi sono e da chi sono voluti. Agenti della CIA ,creati e formati dalla medesima, per controllare e monitorare le notizie.

Dall’altra parte spesso,troviamo ragazzini molto giovani, la quale intelligenza e preparazione lasciano davvero a desiderare; eppure queste figure vengono letteralmente acquistate da questo organo massimo per uno scopo aberrante : controllare l’informazione e agire in merito a questo; la gente non può né deve sapere.

La CIA ha creato un programma che riesce ad influenzare  i media tradizionali per promuovere storie di propaganda false, e questo grazie alle migliaia di troll,agenti che vivono nei forum,pagine social,siti web e tra i commenti, nel tentativo di distruggere notizie vere ma scomode per loro.

Attraverso l’Operation Mockingbird , l’agenzia ha creato migliaia e migliaia di account fake,ovvero account di utenti falsi, su vari forum  e canali di social media, sostenendo una vera e propria campagna politica nei confronti degli utenti reali.

Questo come sempre,nel tentativo di soffocare e sovvertire le comunicazioni tra gli utenti che vogliono informarsi.

Americanintelligencereport.com reports:

Secondo le notizie RT, gli agenti hanno fino a 10  account falsi ( a testa) utilizzati per trollare e  creare l’illusione di avere una vera e propria rete di amici.
Stai chattando con un agente della CIA on-line? E ‘possibile saperlo subito.

Abby Martin, dal  RT  “Breaking the Set”  ha riferito di una importante operazione Mockingbird con il solo scopo di indurre in errore il pubblico on-line.


Nella seduta del Congresso dal 1976,  più di qualcuno ha raccontato la verità.

Proprio infatti,secondo il rapporto del Congresso pubblicato nel 1976,noi sappiamo che :

“La CIA attualmente mantiene una rete di diverse centinaia di individui stranieri di tutto il mondo che lavorano per la medesima CIA e, a volte tentano di influenzare l’opinione attraverso l’uso della propaganda occulta.

Questi individui  accedono in maniera diretta ad un gran numero di giornali e periodici, decine di servizi  e agenzie di stampa, emittenti radiofoniche e televisive, pagine e siti di editori ” eccetera eccetera.

Entro l’anno 1953 l’Operazione Mockingbird dettava informazioni in oltre 25 giornali e agenzie di stampa.

Queste organizzazioni sono state seguite e curate da molti nomi noti, sopratutto nella corrente politica di destra; troviamo infatti  William Paley (CBS), Henry Luce (Time e Life Magazine), Arthur Hays Sulzberger (New York Times), Alfred-friendly (caporedattore del Washington Post) , Jerry O’Leary (Washington stella), Hal Hendrix (Miami News), Barry Bingham, Sr., (Louisville Courier-Journal), James Copley (Copley Notizie Services) e Joseph Harrison (Christian Science Monitor). Anche Rolling Stone ha affermato che il giornalista Joseph Alsop era sotto il controllo di Operazione Mockingbird nel 1977.

I suoi articoli sono apparsi in oltre 300 diversi giornali. Altri giornalisti presunti da Rolling Stone Magazine sono stati “formati” e pagati per promuovere il punto di vista della CIA , inclusi Stewart Alsop (New York Herald Tribune), Ben Bradlee (Newsweek), James Reston (New York Times), Charles Douglas Jackson (Time Magazine), Walter Pincus (Washington post), William C. Baggs (The Miami News), Herb oro (The Miami News) e Charles Bartlett (Chattanooga Times).

Secondo Nina Burleigh , questi giornalisti, molte volte hanno scritto articoli  commissionati da Frank Wisner, creatore del programma.

La CIA ovviamente fornisce loro tutte le informazioni per poter “lavorare” in maniera completa.

Questa non è  una “TEORIA DEL COMPLOTTO” ma una vera e propria guerra dove a farne le spese è come sempre la popolazione.

 

 

Traduzione a cura di Vacciniinforma

Fonte

http://yournewswire.com/cia-agents-hired-to-troll-alternative-media-comments-online/

 

CORRELATI

http://americanintelligencereport.com/government-agents-hired-to-argue-politics-on-line

Share
medici soldi

Report GSK , elenco online che rendiconta le “spese mediche”

Ricordate l’articolo inerente alla ” Svolta epocale dal punto di vista della trasparenza sul lavoro dei medici e sulla prescrizione dei farmaci.”?

Dal 30 giugno saranno online gli elenchi dei compensi che le aziende farmaceutiche avranno rilasciato ai medici e alle società scientifiche per ricerche, congressi, seminari e consulenze”

medici soldi

Seguiamo attentamente ogni pubblicazione,per questo motivo,invitiamo tutti i gentili lettori a salvare sul proprio pc il seguente documento.

Vacciniinforma pubblica di seguito un interessante elenco pubblicato dalla stessa GSK case farmaceutiche relativi ai finanziamenti degli stessi dottori  e delle società mediche.

L’elenco si suddivide nelle seguenti voci:

  • Nome completo HCO
  • Località in cui si trova la sede legale
  • Nazione in cui è svolta l’attività profession ale prevalente
  • Indirizzo in cui è svolta l’attività professionale prevalente
  • Codice Fiscale Donazioni e Liberalità a HCO
  • Voci di spesa relative ai costi dell’evento
  • Corrispettivo per servizi e consulenze
  • Totale Oneri da contratti con HCO o Terze Parti nominate da HCO per gestire un evento
  • Spese di registrazione Viaggio & Alloggio Corrispettivi Spese contrattualment e concordate, accessorie al corrispettivo per servizi o consulenza, incluso Viaggio e Alloggio.

Riportiamo anche  i link delle trasparenze italiane delle prime 16 aziende mondiali  estratte da Pharma: chi venderà di più nel 2016? Ad esse abbiamo aggiunto due importanti aziende italiane. In ogni caso sui siti di tutte le aziende farmaceutiche aderenti a EFPIA e Farmindustria si possono trovare le liste di trasparenza

Pfizer: Pubblicazione dei trasferimenti di valore 2015 Pfizer S.r.l. – ID 5814 Pubblicazione dei trasferimenti di valore 2015 Pfizer Italia S.r.l. – ID 4515

Novartis: Dati relativi ai trasferimenti di valore – Sandoz: Dati relativi ai trasferimenti di valore

Roche: Dati relativi ai trasferimenti di valore. Report Roche 2015

Merck: MSD Italia report Trasparenza

Sanofi Report trasferimenti di valore Italia 2015 (PDF, 1552Kb)

Gilead Sciences: Gilead Sciences Italy EFPIA Report 2015

Johnson & Johnson. Janssen: Trasferimenti di valore

GlaxoSmithKline: EFPIA report for Italy

AstraZeneca: EFPIA Disclosure Code

AbbVie: Report Trasparency Italy

Amgen: Codice Trasparenza EFPIA: Report trasferimenti di valore – anno 2015

Allergan: DisclosureCodeAllerganItalia2015.pdf

Teva: Trasparenza responsabile

Eli Lilly: 2015 Report EFPIA  Affiliate Lilly

BristolMyers Squibb: Report sulla Trasparenza

Bayer: Trasferimenti di Valore ai Professionisti del Settore Sanitario

Menarini: Report trasparenza EFPIA

Recordati: Trasferimenti di valore Recordati   Trasferimenti di valore Innova Pharma

Da Redazione 16/08/2016

http://www.fedaiisf.it/trasparenza-pubblicati-i-contributi-delle-aziende-farmaceutiche-a-medici-societa-scientifiche-e-associazioni-di-pazienti/

________________________________________

Notizie correlate: EFPIA Code

Farmindustria, su codice trasparenza adesioni dei medici fino al 90%

Sanità, cosa svelerà sui medici il codice trasparenza di Farmindustria

Operazione trasparenza per la farmaceutica italiana: da giugno online i pagamenti delle aziende ai medici

The EFPIA Code

RICORDIAMO IL “DISCLOSURE CODE”.

Gli elenchi saranno pubblicati sui siti web delle aziende farmaceutiche in Italia e in altri 32 Paesi europei, con Turchia e Russia incluse. Il codice di trasparenza ‘Disclosure Code’ è stato voluto e presentato da Farmindustria.

La stessa Farmindustria ha già reso noto che 7 medici su 10 hanno dato il consenso alla pubblicazioni dei dati relativi al 2015, ma l’obiettivo è che le adesioni arrivino al 100%. Si tratta di una rivoluzione davvero importante per i cittadini che nel momento in cui si rivolgono al medico diventano utenti-pazienti che possono avere bisogno di assumere farmaci e che sperano che il medico li prescriva con onestà e non per ricevere favori dalle case farmaceutiche.

ARTICOLO CORRELATO

http://www.vacciniinforma.it/?p=4453

 

Per approfondimenti

GlaxoSmithKline fined $3bn after bribing doctors to increase drugs sales

https://www.theguardian.com/business/2012/jul/03/glaxosmithkline-fined-bribing-doctors-pharmaceuticals

 

Stipendi d’oro dei manager pubblici, è bufera sul direttore AIFA Luca Pani: 550mila euro in più
I Revisori dei Conti hanno puntato gli occhi sui suoi emolumenti. Pani avrebbe superato il tetto di 240mila euro fissato per i manager pubblici
Il direttore dell'AIFA Luca Pani
Il direttore dell’AIFA Luca Pani
Viaggi, consulenze, convegni tutti i soldi di Big Pharma ai medici

Denaro fresco pompato nell’apparato circolatorio della sanità italiana. Per la prima volta le aziende produttrici obbligate a mettere online i contributi versati a camici bianchi, società scientifiche e associazioni di malati. Un giro milionario

http://www.repubblica.it/salute/2016/08/13/news/big_pharma_la_verita_sui_soldi_dati_ai_medici-145932670/

Soldi di Big Pharma ai medici, la confessione di un primario: “Tanti modi per non farli risultare”

Un camice bianco racconta come funziona il rapporto con l’industria farmaceutica

http://www.repubblica.it/salute/2016/08/13/news/i_soldi_di_big_pharma_ai_medici_ma_ci_sono_tanti_modi_per_non_farli_risultare_-145933656/

Share
dittatura1

Vaccini obbligatori senza consenso della famiglia

Accade l’assurdo.

Ben 24000 saranno le ragazze di Los Lagos* che verranno sottoposte OBBLIGATORIAMENTE a vaccinazione contro il famoso papillomavirus umano.

Prassi obbligatoria; si farà con o senza il consenso della famiglia.

Benvenuta dittatura.

Traduzione a cura di Vacciniinforma.

dittatura1

Ecco catalogato come obbligatorio il famosos vaccino “contro” il papilloma virus umano .

Avvenuto il tutto da parte delle autorità sanitarie di Los Lagos. Le voci dicono che l’unico modo per evitare ciò,sia l’esenzione medica.

Sono circa 24 mila ragazze che verranno sottoposte a procedura forzata da parte del Ministero della Salute.

La sopracitata è voluta e decisa senza tener conto dei legittimi dubbi e perplessità degli stessi genitori che continuano ad essere tenuti allo scuro della veridicità dei fatti.

La non cancerogenicità del suddetto vaccino infatti non è stata certificata,questo non vuol dire nulla?

Ricordate quanto segue.

“In data 26 maggio, il Nordic Cochrane Center (parte di una rete globale indipendente di ricercatori) ha pubblicato un documento in cui accusa l’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) di scarsa trasparenza e serietà nel valutare la sicurezza del vaccino contro il papilloma virus (HPV)”.

http://nordic.cochrane.org/…/Complaint-to-EMA-over-EMA.pdf

Persino l’EMA non si pronuncia in merito alla carta legittima mandata dalla stessa Nordic Cochrane Center .

Come si può rendere obbligatoria una vaccinazione del genere quindi?

 

OLTRE AL DANNO LA BEFFA.

L’accusa del programma di immunizzazione della regione di Los Lagos, Ana Maria Carrazal, di cui a questo punto  ha indicato  la vaccinazione come obbligatoria .

La procedura per ora va avanti senza alcuna perplessità da parte dello stesso Ministero,ma i genitori sono decisi a non cedere le proprie figlie a questo atto forzato,assolutamente poco coscenzioso.

Il capo dell’Unità di Epidemiologia della salute, Seremi Jose Antonio Vergara, ha difeso questa abominevole prassi, e ha assicurato sul medesimo vaccino,affermando che la somministrazione in tutta il mondo è avvenuta con gran successo.

A NOI RISULTA IL CONTRARIO.

Le autorità hanno interpellato i genitori nelle scuole per un miglior coordinamento e per evitare episodi come quelli avvenuti lo scorso anno al college Pacific Institute, dove gli stessi genitori hanno espresso la propria indignazione, dopo aver appreso che la prassi vaccinale sarebbe stata obbligatoria.

Come dar loro torto.

Seguiremo la vicenda e vi aggiorneremo.

 

 

TRADUZIONE A CURA DI VACCINIINFORMA

http://www.biobiochile.cl/noticias/nacional/region-de-los-lagos/2016/08/11/24-mil-ninas-de-los-lagos-seran-inoculadas-contra-papiloma-humano-vacuna-es-obligatoria.shtml

 

 

 

 

 

 

*La regione di Los Lagos (dei Laghi) anche chiamata X Región è una regione del Cile meridionale.

Share
pfizersign

Vaccini, Pfizer e profitti in spaventoso calo: l’aiuto della stessa FDA

La superstar Pfizer e i profitti in calo. La paura delle aziende produttrici è tangibile.

Prevnar 13 ed il rifiuto delle vaccinazioni, mette di cattivo umore le stesse aziende produttrici che corrono ai ripari mediante una “NUOVA “approvazione.

Complice come sempre la stessa FDA.

MA PFIZER NON SI FERMA E PUNTA AI VACCINI CONTRO IL CANCRO.

 

 

Share
tremante foto cimitero

Giorgio Tremante,un grande padre che da anni lotta per la verità

Ho toccato Cuor di Leone (intervista a Giorgio Tremante)

Video e testimonianza condivisa dalla seguente fonte
http://ilporticodipinto.it/content/ho-toccato-cuor-di-leone-intervista-giorgio-tremante

 

Nota dell’autore:

“Per abbandonare i condizionamenti irrazionali ed emotivi che ci sono stati imposti dalla propaganda, per liberarci da quella paura mascherata da arroganza nei cui percorsi bui la nostra mente ci indirizza sempre, per vincere quel terrore del nostro ego nell’affrontare verità diverse da quelle su cui abbiamo costruito le fondamenta del nostra vita nella vana speranza che fossero talmente solide da non farci mai cambiare idea”,

Per tutti i figli e i genitori di questo mondo,

Grazie Giorgio.

Share

ll “Simpsonwood Memo”: un resoconto giornalistico

ll “Simpsonwood Memo”: la pistola fumante sui vaccini al mercurio.

 

Vacciniinforma condivide le precise considerazioni ed un minuzioso resoconto giornalistico a cura di Massimo Mazzucco.

Ricordiamo che Massimo Mazzucco (Torino, 20 luglio 1954) è un regista e giornalista italiano.

 

Pubblicato il 16 mag 2016

Da almeno 15 anni i medici americani sanno che esiste una correlazione fra vaccini e autismo.

A quando un tavolo con la presenza di TUTTA la comunità scientifica?

Share
www.articolotre.com

Dittatura Sanitaria, la parola alla dr.Gabriella Lesmo

Dittatura sanitaria

 

“Non mi sono meravigliata del diktat della Federazione Nazionale dell’Ordine dei Medici: è in linea col governo, da sempre.

Alla luce dei decenni passati tra studio ed esercizio della professione medica, posso sostenere con giusta convinzione che in nessun altro paese del mondo i medici siano maltrattati e umiliati come in Italia.

L’Italia ha il più alto numero di medici  del mondo: qui i medici devono  essere manovalanza a basso costo per essere impiegati in un ramificato sistema succhia-soldi a benefico del malaffare.

Università a porte spalancate dagli anni ottanta,  il numero chiuso attuale comunque è una presa in giro, un ulteriore costo per le famiglie e per gli aspiranti studenti che si sobbarcano mesi di studio di quiz assurdi ed esami burletta in giro per il paese, graduatorie, pescaggi e ripescaggi, trasferimenti forzati in altre città per regole mutevoli secondo logiche inespresse, motivate in modo pretenzioso dall’imbecille ministeriale di turno.

Una pletora di studenti senza tutor che intasa Università sempre più povere ma con numero crescente di Cattedre dai nomi fantasiosi (cos’è la “medicina Traslazionale”? – questa parola non l’ho trovata nella Treccani) dove nominare il raccomandato di turno, studenti  fuoricorso perenni, mai cacciati  perché continuano a pagare rette.

Alla laurea si arriva senza saper fare nulla, nemmeno preparare una terapia venosa, incidere un ascesso, suturare e medicare una ferita banale. Per quello ci sarebbe il corso di specializzazione post-laurea di ben 5 anni, dove però solo ben pochi della pletora dei laureati potranno entrare, per poi essere spesso defenestrati al termine  del corso, ormai con le tempie striate di bianco.

I posti chiave dove far carriera sono già prenotati dalla schiera degli eletti per diritto di nascita, altri posti spetteranno ai meritevoli per militanza politica o per frequentazioni giuste, camere da letto  comprese.

Nel corso della mia vita professionale lo stato italiano mi ha fatto lavorare senza versare alcun onere previdenziale, praticamente “in nero”, per sette anni. Nemmeno ho potuto riscattare, allora, ai fini pensionistici gli anni di laurea, causa regole allora vigenti, poi modificate quando orami le cifre erano diventate irraggiungibili.

Successivamente lo stato italiano ha tolto a molti medici il lavoro obbligando quelli di noi che svolgevano più di una attività, ad abbandonarla e lavorare solo in ospedale; successivamente  ha preteso la “mazzetta” sulla attività libero–professionale, persino se fatta presso il proprio studio privato.

Negli anni recenti, obbligo della posta elettronica certificata, dotazione del POS e persino obbligo di trasmettere alla agenzia delle Entrate le fatture dei pazienti; tutto ciò ha un costo economico che prescinde dal fatturato ed un costo in termini di scadente qualità di vita.

Per brevità taccio sull’Enpam e sulle tassazioni, sulle vicende dei medici di famiglia.

Il governo dittatoriale, nel silenzio totale della stampa e delle tv sta smaltellando rapidamente,  a colpi di “riforme”, quello che era il Sistema Sanitario Nazionale togliendo le cure persino ai pazienti oncologici mentre vuole imporre l’obbligo vaccinale a tutti  e minaccia la libertà decisionale del medico.

Ormai è chiaro che nessuna forza politica parlamentare difende i diritti dei cittadini, anzi, nessuna ha fiatato contro il diktat dei burattini ministeriali .

Quel che continua a meravigliare è l’acquiescenza degli Italiani, i commenti dei medici sui social sono troppo garbati, i dittatori della medicina meritano di essere presi  a male parole e cacciati.

Ricordiamoci che noi li manteniamo e noi possiamo e dobbiamo rifiutare qualunque imposizione: quella dei vaccini è solo una delle punte di un iceberg enorme che sgretolerà l’intero paese.

Solo la presa di coscienza costruttiva di molti potrà, forse, ritardare, se non impedire tale sfacelo.

La categoria dei medici potrebbe cominciare a ribellarsi, almeno quella parte di essa che conserva dirittura morale, amore per la professione, dedizione alla cura dei malati, rispetto per la propria libertà di giudizio, autonomia da qualunque imposizione politica ed economica”.

 

Riproduzione riservata © di Autismo & Vaccini.

Fonte

https://autismovaccini.org/2016/07/31/dittatura-sanitaria/

Share
ima di http://www.strettoweb.com/wp-content/uploads/2016/06/arresti-polizia.jpg

Esiste la malasanità? Ancora un altro caso che coinvolge 12 medici e 7 informatori scientifici

Notizia condivisa da 
http://www.abruzzoindependent.it/news/Altro-scandalo-nella-sanita-abruzzese-Indagati-12-medici-e-7-informatori-medico-scientifici/18299.htm

ALTRO SCANDALO NELLA SANITÀ ABRUZZESE. INDAGATI 12 MEDICI E 7 INFORMATORI MEDICO-SCIENTIFICI

L’inchiesta si è sviluppata dopo l’indagine, per altri motivi, del primario di Chieti Giuseppe Sabatino. Inchiesta a cura della Procura della Repubblica di Chieti

Altro scandalo nella sanità abruzzese. Indagati 12 medici e 7 informatori medico-scientifici

SCANDALO SANITA’: INDAGATI 12 MEDICI E 7 INFORMATORI MEDICO SCIENTIFICI. E’ una brutta storia quella che arriva dalla Procura della Repubblica di Chieti perchè, se fosse confermata, getterebbe ancora fango sul sistema sanitario abruzzese, già provatissimo dall’inchiesta Sanitopoli.

Stavolta a finire nei guai sono diciannove operatori sanitari abruzzesi, dodici medici e sette informatori scientifici, i quali sono indagati per l’odioso reato di corruzione. Secondo l’accusa, infatti, i camici bianchi avrebbero prescritto medicine, integratori vitaminici e latte in polvere di alcune aziende, accettando in cambio soldi o altre utilità: ovvero vantaggi personali come computer, telefonini, viaggi.

L’inchiesta si è sviluppata dopo la vicenda giudiziaria, per altri motivi, del primario di Chieti Giuseppe Sabatino.

Naturalmente le accuse dovranno essere dimostrate nelle aule di tribunale e se ci sarà il rinvio a giudizio ma, quel che è certo, è che resterà l’amarezza per tutto ciò che si sente ascoltare in ambito sanitario, cioè un ambiente che ha come principale interesse la cura del paziente e dell’ammalato. Non altro.

Share
verità

Come produrre vaccini su misura in una settimana: “Modificare l’RNA

Produrre vaccini su misura in una settimana? Tutto è possibile.

Condividiamo l’articolo di “Le Scienze”, ponendo qualche osservazione in merito.

La maggior parte dei vaccini tradizionali consiste in una forma inattivata di un virus  (VALE ANCHE PER L’MPR O PER IL SABIN???) o di un altro agente patogeno, ma la loro produzione solitamente richiede molto tempo. Altri vaccini utilizzano solo alcune proteine normalmente prodotte dal microrganismo da cui ci si vuole proteggere, ma dato che non sempre inducono una risposta immunitaria forte, per potenziarne l’azione si possono aggiungere alcuni prodotti chimici (i cosiddetti adiuvanti), che però possono indurre reazioni avverse (è INNEGABILE).

La nuova tecnica prevede invece l’inserimento di filamenti di RNA mesaggero all’interno di particolari nanoparticelle (molecole ramificate note come dendrimeri). Questi filamenti possono essere progettati per codificare per qualsiasi proteina virale, batterica o parassitaria. Una volta che le nanoparticelle hanno consegnato l’RNA all’interno delle cellule, queste iniziano a produrre molte copie della proteina codificata, provocando una reazione immunitaria più forte rispetto ai vaccini che forniscono direttamente la proteina.

Nei test sui topi (QUALI?) realizzati con proteine caratteristiche dell’agente patogeno di Ebola, dell’influenza H1N1 e della toxoplasmosi, la risposta immunitaria degli animali è stata tale da proteggerli dall’infezione.

L’idea di usare molecole di RNA messaggero come vaccini risale a una trentina di anni fa, ma finora si era scontrata con la difficoltà di trovare un modo sicuro ed efficace per liberarle all’interno delle cellule. I dendrimeri ora sfruttati dai ricercatori possono essere dotati di una carica positiva temporanea che permette loro di legarsi all’RNA, che è dotato di carica negativa, e formare un complesso grande più o meno come un virus. Ciò consente alle particelle di entrare nelle cellule sfruttando le stesse proteine di superficie usate dai virus. Una volta dentro la cellule il dendrimero perde la sua carica e libera l’RNA.

I ricercatori ritengono che questi vaccini a RNA – che non hanno suscitato reazioni infiammatorie avverse(SECONDO QUALI PROVE?)  siano più sicuri dei vaccini a DNA  (AMMISSIONE RILEVANTE ), perché, a differenza del DNA, l’RNA non può essere integrato nel genoma dell’ospite e causare mutazioni.

Un ulteriore vantaggio di questi vaccini è quello di poter essere prodotti in tempi molto rapidi una volta che si disponga dell’RNA o del DNA di una proteina caratteristica dell’agente patogeno: “In genere un vaccino diventa disponibile molto tempo dopo che l’epidemia è finita”, dice Chahal. “Con questi vaccini si potrebbe invece intervenire già nel corso dell’epidemia”.

I ricercatori, stanno anche studiando la possibilità di adattare la nuova tecnica allo sviluppo di vaccini contro il cancro.

 

ARTICOLO ORIGINALE

http://www.pnas.org/content/early/2016/06/30/1600299113

http://www.lescienze.it/news/2016/07/06/news/vaccini_su_misura_nanopparticelle_rna_produzione_rapida-3151487/

***Osservazioni**

 

1) Innanzitutto ricordiamo che un agente infettivo attenuato,  è ancora capace di replicarsi, anche se entro certi limiti, in modo da mimare una vera e propria infezione. L’agente infettivo attenuato si ottiene favorendone la crescita in linee cellulari (virus) o terreni di coltura (batteri), in modo da ridurre la sua capacità di crescita nelle cellule umane. Il principale problema di questo tipo di vaccini è che l’attenuazione può non essere stabile, quindi i microrganismi potrebbero ritornare ad essere virulenti.

I vaccini per il morbillo,parotite,rosolia,la polio e la febbre gialla sono costituiti da virus  vivi e attenuati. Non a caso parliamo di MMR/MPR – MPVR e della loro correlazione con l’autismo.

2) Ricordiamo quanto la cura del Cancro sia stata ostacolata da tutta la comunità scientifica a partire dai primi del novecento. Ricordiamo che lo stesso PAULING venne estromesso dalla Commissione OTA per le sue ricerche in merito alla cura definitiva per la malattia dello scorbuto. (Intera sezione dedicata http://www.vacciniinforma.it/?s=CANCRO)

3) -“una tecnica di preparazione dei vaccini valida per qualsiasi tipo di patogeno – messa a punto da un gruppo di ricercatori del David H. Koch Institute del MIT”. 

Istituto per la Ricerca sul Cancro Integrativa del MIT? Chi sono i fondatori? Ci sono degli interessi in ballo? A NOI RISULTA DI SI

4) IL RUOLO DEGLI ADIUVANTI CONTENUTI NEI VACCINI E ANCOR PIU’ IMPORTANTE,QUELLO DEGLI ACIDI NUCLEICI E LE PROBLEMATICHE DERIVATE DA ESSI.

Un esperto ci risponde:

“Sono convinto che anche lo stesso autismo, non trovi la sua causa principale negli adiuvanti ma nelle sequenze di acidi nucleici di cui i vaccini sono pieni;
il sistema immunitario identifica queste sequenze come un nemico da distruggere.
Peccato che queste sequenze vengano integrate nel genoma del soggetto quindi cosa fa il sistema immunitario? si auto-attacca.

Inoltre il dna inserito nei vaccini può stimolare il “risveglio” di quello che viene chiamato dna “muto” o “opportunista” del quale sappiamo molto poco, se non che sia meglio non “toccarlo”.

Consigliamo vivamente di leggere la teoria della selezione clonale di Burnet e anche gli studi di Niels Kay Jerne, entrambi Nobel per la Medicina.

“Nel caso dei bambini autistici ad esempio,sarebbe interessante osservare le immunoglobuline totali.
Quasi certamente saranno tutte fuori range.
L’ aumento di anticorpi dovuti all’iperstimolazione dei linfociti B indotto dal vaccino è la base delle reazioni autoimmuni (che derivano a loro volta proprio dall’interferenza sul genoma dell’ospite degli acidi nucleici esogeni presenti nei vaccini). Quindi è tutto collegato”.

Ringraziamo per le delucidazioni l’esperto PhD  e ricordiamo la teoria della selezione clonale.

p.s Ricordiamo che il Disturbo dello spettro autistico (ASD) rappresenta una minaccia pandemica per lo sviluppo del bambino; con i dati attuali del CDC si stima che l’ASD colpisce oltre il 2% dei maschi americani in età scolare ( CDC Developmental Disabilities rete di monitoraggio di sorveglianza) .
L’ASD potrebbe essere e far parte di un gruppo eterogeneo di malattie aventi cause genetiche e ambientali derivanti in fenotipi simili.

5) Gli acidi nucleici sono dei composti chimici di grande importanza biologica; tutti gli organismi viventi contengono acidi nucleici sotto forma di DNA ed RNA (rispettivamente acido desossiribonucleico ed acido ribonucleico). Gli acidi nucleici sono molecole molto importanti perché esercitano un controllo primario sui processi vitali fondamentali in tutti gli organismi.
Tutto fa pensare che gli acidi nucleici abbiano svolto un identico ruolo sin dalle prime forme di vita primitiva che hanno potuto sopravvivere (come i batteri).
Nelle cellule degli organismi viventi il DNA è presente soprattutto nei cromosomi (nelle cellule in divisione) e nella cromatina (nelle cellule intercinetiche).
Esso è presente anche fuori del nucleo (in particolare nei mitocondri e nei plastidi, ove assolve la sua funzione di centro di informazioni per la sintesi di parte o di tutto l’organulo).
L’RNA, invece, è presente sia nel nucleo che nel citoplasma: nel nucleo esso si trova più concentrato nel nucleolo; nel citoplasma si trova più concentrato nei polisomi.
La struttura chimica degli acidi nucleici è abbastanza complessa; essi sono formati da nucleotidi, ognuno dei quali (come abbiamo visto) è formato da tre componenti: idrato di carbonio (pentoso), base azotata (purinica o pirimidinica) e acido fosforico.
Gli acidi nucleici sono dunque lunghi polinucleotidi, risultanti dal concatenamento di unità dette nucleotidi. La differenza tra DNA e RNA sta nel pentoso e nella base.
COSA ACCADE AL NOSTRO SISTEMA IMMUNITARIO SE SI INTERFERISCE IN QUESTA MANIERA?

Le scienze inoltre è in contrapposizione con l’ultimo articolo ( http://www.lescienze.it/news/2015/10/07/news/nobel_chimica_2015_riparazione_dna-2797347/) che tratta delle MUTAZIONI dello stesso DNA :

“Capire in che modo il DNA viene danneggiato da un agente fisico è stato un passo fondamentale. Ma occorre considerare anche che il DNA ha una stabilità chimica limitata pure in assenza di di agenti chimico-fisico esterni, come hanno dimostrato le ricerche del secondo premiato di quest’anno, Tomas Lindhal.

In condizioni fisiologiche, il DNA è infatti soggetto a una serie di reazioni chimiche in grado di modificare le basi del DNA e con ciò di aumentare il rischio di mutazioni dannose. Lindhal in particolare ha dimostrato che in un processo chiamato depurinazione i nucleotidi possono perdere in modo spontaneo le basi azotate adenina e guanina, chiamate purine. Un’altra scoperta fondamentale di Lindhal è che, sempre in condizioni fisiologiche, nel DNA c’è un tasso relativamente elevato del processo di deaminazione della citosina, in cui questa base azotata perde il gruppo amminico, trasformandosi in uracile (la base azotata che sostituisce la timina nell’RNA)”.

La domanda nasce spontanea. Com’è possibile interferire con tali condizioni chimiche sempre in mutamento?

Concludiamo riprendendo dal sito del MINISTERO DELLA SALUTE QUANTO SEGUE:

“Esistono alcune situazioni che possono controindicare la vaccinazione; è necessario, quindi, che i genitori, prima della vaccinazione consultino il medico curante che valuterà lo stato di salute del bambino ed indicherà se la vaccinazione deve essere rimandata o evitata.

  1. controindicazioni temporanee
    si tratta di situazioni transitorie che escludono la vaccinazione solo per il periodo di tempo cui sono presenti:
  • malattie acute con febbre di grado elevato
  • vaccinazioni con virus viventi (quali MMR e OPV) se nei 30 giorni precedenti è stato somministrato un altro vaccino a virus viventi
  • terapia, in corso, con farmaci che agiscono sul sistema immunitario o con cortisonici ad alte dosi.
  • controindicazioni definitive
    è opportuno che al bambino non vengano somministrati alcuni vaccini quando: ha manifestato gravi reazioni a precedenti vaccinazioni

    • è affetto da malattie neurologiche in evoluzione
    • è affetto da malattie congenite del sistema immunitario
    • è allergico alle proteine dell’uovo (se il vaccino ne contiene)
    • è allergico ad alcuni antibiotici quali streptomicina e neomicina (se il vaccino ne contiene)

Se il bambino è affetto da malattie quali leucemie, tumori, AIDS, la situazione va valutata caso per caso.

(COME POSSIAMO SCOPRIRLO SE I MEDICI NON EFFETTUANO ALCUNA ANAMNESI DEL SOGGETTO PRIMA DELLA PROFILASSI VACCINALE?)

Alcune situazioni non rappresentano vere e proprie controindicazioni ma, piuttosto richiedono l’adozione di alcune precauzioni nella somministrazione del vaccino (quali la pronta disponibilità di antinfiammatori e antipiretici).
I genitori devono, quindi, segnalare al medico vaccinatore:

  • reazioni febbrili importanti ad una precedente dose dello stesso vaccino
  • episodi di irritabilità (quali il pianto persistente e inconsolabile) che si siano manifestati in seguito a precedenti vaccinazioni
  • presenza, nella storia della famiglia o del bambino stesso, di convulsioni febbrili
  • somministrazione recente di immunoglobuline.

(FONTE http://www.salute.gov.it/portale/temi/p2_6.jsp?lingua=italiano&id=644&area=Malattie%20infettive&menu=vaccinazioni)

 

 

Un contrasto continuo nelle informazioni. La vera disinformazione è quella perpetrata dagli stessi organi competenti.

Gentili genitori e lettori,informatevi. Questo il nostro unico consiglio. 

 

 

Fonti e studi

http://journals.plos.org/plosone/article?id=10.1371/journal.pone.0058058

Share
leggere-attentamente

Sequestro alle dogane confezioni medicinale Radicut

Tutte le precisazioni dell’Aifa

aifa1

Articolo condiviso da “Quotidiano Sanità”

Il medicinale era stato approvato in Giappone a giugno 2015 per il trattamento della sclerosi laterale amiotrofica (SLA), ma non autorizzato in Europa né in Italia. In particolare i sequestri delle confezioni sono avvenuti nell’ambito dell’operazione Pangea e hanno riguardato confezioni importate irregolarmente secondo le valutazioni di Usmaf, Agenzia delle Dogane e Aifa.

08 LUG – L’Aifa fornisce alcune precisazioni in merito ai casi di sequestro alle dogane di confezioni del medicinale RADICUT (edaravone), approvato in Giappone a giugno 2015 per il trattamento della sclerosi laterale amiotrofica (SLA), ma non autorizzato in Europa né in Italia.
In particolare:

►La normativa vigente in Italia consente l’importazione di medicinali approvati all’estero e non ancora autorizzati all’immissione in commercio sul territorio nazionale, come nel caso del RADICUT. Il decreto Ministeriale 11/02/97, in assenza di alternative terapeutiche valide, prevede l’importazione in casi eccezionali, per singolo paziente e su richiesta del medico curante, previa presentazione della documentazione richiesta. In questi casi il farmaco deve essere utilizzato secondo le medesime indicazione terapeutiche autorizzate nel Paese di provenienza.
►I sequestri di confezioni di RADICUT avvenuti nell’ambito dell’operazione Pangea hanno riguardato confezioni importate irregolarmente secondo le valutazioni di USMAF, Agenzia delle Dogane e AIFA.
►AIFA si è adoperata di recente per sbloccare, insieme alla Autorità doganali, una spedizione regolare ex DM 11/02/97, bloccata alla dogana tedesca ed è sempre disponibile a collaborare con le altre Autorità competenti per risolvere eventuali problemi analoghi.

►La normativa italiana mette a disposizione ulteriori strumenti per consentire l’accesso a medicinali non ancora autorizzati sul territorio nazionale, qualora ne sussistano i requisiti:
♦la richiesta di inserimento nelle liste della Legge 648/96 che permetterebbe di utilizzare il farmaco a carico del Servizio Sanitario Nazionale;
♦la richiesta dei centri prescrittori di attivazione del cosiddetto “uso compassionevole”, disciplinato dal DM 8/5/2003 (“Uso terapeutico di medicinale sottoposto a sperimentazione clinica”), qualora vi sia una sperimentazione almeno di fase II e l’azienda sia disponibile alla fornitura gratuita del farmaco.
♦Una ulteriore possibilità è che venga proposto ad AIFA un progetto di ricerca indipendente che abbia ad oggetto l’utilizzo del medicinale per la specifica indicazione terapeutica.

 

FONTE

http://www.quotidianosanita.it/scienza-e-farmaci/articolo.php?articolo_id=41467

Share