Vaccini Informa

CODACONS DENUNCIA: IL SENATO CONSEGNA MILIONI DI BAMBINI NELLE MANI DELLE AZIENDE FARMACEUTICHE

CODACONS DENUNCIA: IL SENATO CONSEGNA MILIONI DI BAMBINI NELLE MANI DELLE AZIENDE FARMACEUTICHE

CODACONS DENUNCIA: IL SENATO CONSEGNA MILIONI DI BAMBINI NELLE MANI DELLE AZIENDE FARMACEUTICHE
luglio 26
01:37 2017

VACCINI, CODACONS DENUNCIA: IL SENATO CONSEGNA MILIONI DI BAMBINI NELLE MANI DELLE AZIENDE FARMACEUTICHE

COMUNICATO STAMPA

bimbo

SARANNO LE INDUSTRIE A SCEGLIERE SE PRODURRE VACCINI MONOCOMPONENTI. DA DECRETO NESSUN OBBLIGO A LORO CARICO

INTANTO FAMIGLIE ALLARMATE PRENDONO D’ASSALTO IL SERVIZIO TELEFONICO SUI VACCINI MESSO A DISPOSIZIONE DAL CODACONS

 

Con il testo finale del decreto sui vaccini, il Senato consegna milioni di bambini nelle avide mani delle aziende farmaceutiche. Lo denuncia il Codacons, che punta il dito sull’assenza di obblighi in capo alle industrie dei farmaci relativamente ai vaccini monocomponenti.
“La possibilità di utilizzare vaccini in soluzione monocomponente è prevista “nei limiti delle disponibilità del Servizio sanitario nazionale” – spiega il presidente Carlo Rienzi – Questo significa che sono le aziende farmaceutiche a decidere se e quali vaccini produrre in dose singola, e in quale quantità, e nei loro confronti il testo di legge passato al Senato non prevede alcun obbligo. Una presa in giro che metterà i bambini nelle mani delle aziende produttrici di vaccini le quali, proprio grazie alle vaccinazioni combinate, vedono aumentare a dismisura i propri profitti, cui non rinunceranno certo per fare un favore al SSN italiano, in assenza di obblighi specifici”.
Intanto le famiglie italiane esprimono preoccupazione crescente in merito alle nuove disposizioni normative sui vaccini, al punto che il servizio telefonico sulle vaccinazioni messo a disposizione dal Codacons (al numero 8930398 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 14 alle ore 16) è stato preso d’assalto da migliaia di richieste di chiarimenti e aiuto, a dimostrazione della grande confusione determinata da un decreto totalmente sballato e desinato a cadere dinanzi la Consulta.

Share

Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.

Autore

Vacciniinforma

Vacciniinforma

Potrebbero interessarti