Vaccini Informa

VACCINI: NUOVA DENUNCIA DEL CODACONS ALL’ANAC

VACCINI: NUOVA DENUNCIA DEL CODACONS ALL’ANAC

novembre 22
05:40 2016

SANITA’, VACCINI: NUOVA DENUNCIA DEL CODACONS ALL’ANAC

(Condividiamo l’ultima ANSA di domenica 20 novembre 2016)
SUI GIORNALI CAMPAGNA PUBBLICITARIA DEI MEDICI A FAVORE DEI VACCINI FINANZIATA DA AZIENDA CHE PRODUCE VACCINI.

 

log_codacons1-1
Nuova offensiva legale del Codacons sul fronte dei vaccini. L’associazione ha deciso infatti di presentare una denuncia all’Autorità Nazionale Anticorruzione affinché si indaghi sul rapporto tra medici e aziende farmaceutiche.
L’ultima anomalia appare oggi sui quotidiani – spiega l’associazione – è una pubblicità a tutta pagina promossa dalla Fimmg, con il contributo di Pfizer, dove si invitano i cittadini ultra65enni a sottoporsi a ben due vaccini: quello contro l’influenza e quello contro la polmonite.
Un invito corretto a giudizio del Codacons – che sostiene i vaccini purché singoli e testati – se non fosse che, guarda caso, il vaccino contro la polmonite è prodotto proprio dalla Pfizer, società che finanzia la pubblicità dei medici apparsa sui giornali!! E la stessa Pfizer è stata di recente oggetto di una dura contestazione da parte di Medici Senza Frontiere proprio per il prezzo abnorme cui vende il vaccino contro la polmonite.
Il Codacons ha deciso dunque di investire della questione Raffaele Cantone, presentando all’Anac un dossier su presunti conflitti di interesse tra medici impegnati sul fronte dei vaccini e aziende farmaceutiche che producono vaccini.
In Italia – spiega l’associazione – si tollerano i finanziamenti tra medici e case farmaceutiche: un aspetto sul quale crediamo sia necessario fare chiarezza, non per demonizzare la categoria, ma esclusivamente per tutelare i cittadini e il diritto alla salute.

 

CORRELATI

http://www.vacciniinforma.it/2016/11/20/ricciardi-denunciatoil-codacons-segnala-il-procurato-allarme/4826

Share

Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.

Autore

Vacciniinforma

Vacciniinforma

Potrebbero interessarti