Vaccini Informa

Truffa Menarini: vertici condannati per frode, dopo un danno di 860 mln di euro

Truffa Menarini: vertici condannati per frode, dopo un danno di 860 mln di euro

Truffa Menarini: vertici condannati per frode, dopo un danno di 860 mln di euro
settembre 10
06:38 2016

Menarini: truffa al Ssn per 860 mln e confisca dei beni per 1 mld. Condannati a 10 e 7 anni i fratelli Aleotti

Articolo condiviso da “IlSole24Ore”

I fratelli Aleotti sono stati interdetti per sempre dai pubblici uffici e la sola Lucia Aleotti dall’intrattenere rapporti con la pubblica amministrazione per tre anni.
Secondo gli inquirenti per ben 26 anni, dal 1984 al 2010, Alberto Aleotti avrebbe usato società estere fittizie per l’acquisto dei principi attivi, con lo scopo di far aumentare il prezzo finale dei farmaci, grazie a una serie di false fatturazioni truffando così il Sistema sanitario nazionale, che ha rimborsato medicinali con prezzi gonfiati. Il danno per lo Stato sarebbe stato di 860 milioni di euro. Il tribunale ha stabilito anche che la presidente dovrà risarcire, con 100mila euro, la presidenza del Consiglio dei Ministri che si era costituita parte civile.

Il pm aveva chiesto nove anni e mezzo per Lucia Aleotti e otto anni per Giovanni Aleotti.

Assolti collaboratori azienda
Il tribunale di Firenze ha invece assolto tutti gli altri imputati compreso la madre dei due fratelli, Massimiliana Landini. Gli altri imputati assolti sono Giovanni Cresci, Licia Proietti e Sandro Casini. Per alcuni capi di imputazione anche i due fratelli Aleotti sono stati comunque assolti.

La difesa annuncia ricorso in appello
«C’erano elementi seri per ritenere che i reati contestati non fossero sostenibili». Lo ha detto Sandro Traversi, difensore degli Aleotti che ha annunciato ricorso in appello dopo la sentenza di condanna pronunciata oggi dal tribunale di Firenze nei confronti dei vertici della Menarini.
«Si tratta di una sentenza complessa, che ha giudicato insussistente il filone relativo alla presunta truffa e all’ipotesi di riciclaggio, ritenendo invece sussistente quello della frode fiscale», ha spiegato Mario Casellato, componente del collegio difensivo dell’azienda.
«Presenteremo ricorso in appello, siamo certi di avere la documentazione che ci darà ragione e permetterà di escludere la frode fiscale», aggiunge Casellato.
Riguardo al filone della frode fiscale, relativa a somme all’estero «fatta oggetto di scudi» e sanatorie dal patron di Menarini, Alberto Sergio Aleotti, scomparso due anni fa. «Tutto, anche il sequestro della somma, è sospeso in attesa dell’appello e della Cassazione», precisa il legale, ribadendo la certezza che i documenti chiariranno le posizioni dei suoi clienti anche relativamente al filone della frode fiscale.

Il tribunale di Firenze, dopo 8 ore di camera di consiglio, ha condannato a 10 anni e sei mesi Lucia Aleotti, presidente della società, e a 7 anni e sei mesi il fratello Alberto Giovanni, vicepresidente, a conclusione del processo che li vedeva a giudizio per accuse, a vario titolo, di evasione fiscale, riciclaggio e corruzione. Lucia e Alberto Giovanni sono i figli di Alberto Aleotti, patron della azienda farmaceutica, morto nel 2014. Confiscato agli imputati oltre un miliardo di euro.

FONTE
Share

Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.

Autore

Vacciniinforma

Vacciniinforma

Potrebbero interessarti

settembre: 2016
L M M G V S D
« ago   ott »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930