Vaccini Informa

Cautela nella prescrizione del Ritalin; l’allerta arriva dal Cochrane.

Cautela nella prescrizione del Ritalin; l’allerta arriva dal Cochrane.

novembre 27
05:00 2015
Cautela nel prescrivere farmaci per l’ADHD: il Ritalin non può trattarne i sintomi.
Efficacia?
Molti dubbi a riguardo

ritalin

Gli autori di un nuovo Cochrane Review hanno esortato i medici ad essere più cauti nel prescrivere farmaci per l’ADHD ed in particolare il Ritalin ai di bambini in quanto,può portare a problemi del sonno e perdita di appetito.

https://it.pinterest.com/pin/332492384969532040/

Il team sopracitato consiglia pertanto di non prescrivere il Ritalin in pazienti con deficit di attenzione.poichè non sono conosciuti gli effetti collaterali e la sua efficacia è messa in dubbio.

Il Farmaco metilfenidato ADHD è stato usato per trattare la Malattia dal 1960. Con il marchio Ritalin, questo farmaco viene venduto da Novartis, Azienda Farmaceutica svizzera.

Per scoprire i danni e  i benefici del farmaco ADHD, è stato condotto uno studio che ha coinvolto 12.245 partecipanti, maschi e femmine, di età compresa fra i 3 e 18 anni.

 

“Quello di cui abbiamo bisogno per comprendere l’efficacia di questo farmaco è poter condurre altri studi approfonditi per capirne il rapporto rischio/beneficio” spiega il Dr. Morris Zwi.

Nel frattempo, i professionisti hanno suggerito ai colleghi che prescrivono il suddetto farmaco, di monitorare attentamente il paziente per identificarne eventualmente gli effetti collaterali.

 

  • http://www.reuters.com/article/2015/11/25/us-health-adhd-ritalin-idUSKBN0TE01320151125#aKIl83uFwZjlUKKw.99

CORRELATI

Pfizer ottiene l’approvazione FDA per masticabili Ritalin

http://www.madinamerica.com/2015/12/pfizer-gets-fda-approval-for-chewable-ritalin/

“È ora di porre fine a tutto questo”

The Rights of Children and Parents In Regard to Children Receiving Psychiatric Diagnoses and Drugs

Share

Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.

Autore

Vacciniinforma

Vacciniinforma

Potrebbero interessarti